Sabbiatura

Sabbiatura

Tradizionalmente il processo di SABBIATURA viene effettuato con graniglie inerti quali il corindone, le microsfere di vetro, la ceramica, il garnet.

Anche se ormai il termine viene utilizzato in forma generica, quindi anche per applicazioni in impianti a turbina (v. Granigliatura), normalmente la sabbiatura trova impiego in impianti ad aria compressa, siano essi cabine manuali o a getto libero, sia con sistema a pressione che a depressione (Venturi).

La caratteristica fragilità delle graniglie inerti comporta gran produzione di polvere durante la lavorazione, con conseguenti notevoli problemi operativi (scarse visibilità e salubrità) ma anche economici, dovuti agli elevati consumi, agli eccessivi smaltimenti e alle grosse usure degli impianti (ingenti costi di manutenzioni e ricambi).

Queste problematiche sono assolutamente trascurabili invece con l’utilizzo delle graniglie metalliche inossidabili VULKAN, che presentano un bassissimo cefficiente di frantumazione.

 

 

 
Info
Stampa